fbpx
Sab. Dic 14th, 2019

Sacchi: «Questa Juve non ha ancora lo stile tipico delle formazioni di Sarri»

2 min read
Spread the love

Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan, ha parlato di Maurizio Sarri e del suo inizio di stagione sulla panchina della Juve

Sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi ha analizzato l’avvio di stagione di Maurizio Sarri sulla panchina della Juve. Di seguito riportate le parole dell’ex allenatore del Milan.

SARRI«Altro maestro, non si avvantaggia invece del proprio lavoro, non chiede nulla. Però può darsi che i nuovi acquisti siano poco funzionali al suo calcio. Sarri e Allegri sono due grandi allenatori, ma agli antipodi. Anche per i giocatori non sarà semplice riannodare il nastro e ripartire, in ogni caso occorrerà più tempo e una forte volontà da parte di tutti. I bianconeri pareggiano con il Sassuolo, avrebbero potuto vincere nonostante la poca motivazione. Le azioni più belle le hanno create gli uomini di De Zerbi. Gli attuali bianconeri soltanto in qualche occasione hanno fatto vedere qualcosa che assomigliasse al sarrismo».

DIFFICOLTA’«Questa Juve non ha ancora lo stile e l’armonia tipici delle formazioni di Maurizio. Qualcosa, ma poco, si è intravisto negli scontri diretti, contro l’Inter, il Napoli e in Champions. Non vorrei che, oltre alle difficoltà sopra accennate, ci fosse anche ciò che rende precarie le vittorie, cioè la presunzione o il ritenersi invincibili. Sarri vincerà questa sfida con l’aiuto del club e il coinvolgimento dei giocatori, in modo da trasformarla in una missione collettiva. L’adagio è fuorviante. I cambiamenti si devono fare quando le cose funzionano, perché si è più creativi e ricettivi».

Leggi su Juventusnews24.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram