Gio. Apr 2nd, 2020

“ON AIR!” – AUSTINI: “Pallotta? Conoscendolo non andrà a Houston per firmare”, TRANI: “Con quelle parole Fonseca ha fatto incavolare Friedkin”, ANGELONI: “Mister X? Boniek potrebbe essere l’uomo giusto”, CORSI: “Serve uno con le palle”

3 min read
Spread the love

“ON AIR!” – AUSTINI: “Pallotta? Conoscendolo non andrà a Houston per firmare”, TRANI: “Con quelle parole Fonseca ha fatto incavolare Friedkin”, ANGELONI: “Mister X? Boniek potrebbe essere l’uomo giusto”, CORSI: “Serve uno con le palle”

ULTIME NEWS AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Pallotta? Conoscendolo non ce lo vedo che va a Houston a firmare…perche un po’ se la tira, dice: “Sei tu che vieni da me“. Al massimo lo aspetta a Boston, o a New York… Però detto questo, lui e Friedkin si vedranno per firmare, parliamo di due persone serie… Io  penso che Friedkin avrà gli stessi problemi di Pallotta…c’è una barriera culturale e linguistica che va superata. Questo signore fa tante altre cose nella vita, passata la fase iniziale dell’entusiasmo continuerà a dedicarsi al suo business, perchè la Roma per Friedkin è un giocattolo che lui si concede per potersi divertire, per avere un lustro, per diventare un personaggio… Ma in teoria i problemi che avrà saranno gli stessi di Pallotta, poi speriamo di no…ma questo è il rischio di quando c’è una proprietà straniera…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Pallotta di errori ne ha fatti tanti, e non sono stati denunciati. Sono stati denunciati altri, per metterlo alla berlina dei tifosi. Lui sbaglia innamorandosi un mese di uno e un mese di un altro, affidando la Roma ora a questo e ora a quello… Io ora spero che a Friedkin venga spiegato come conquistare il tifo…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Nemmeno il più pessimista dei pallottiani si sarebbe immaginato che la Roma avrebbe chiuso il suo decimo anno di gestione a 17 punti sotto la Lazio…”

Ugo Trani (Rete Sport): “La storia di Fonseca? Ha fatto incazzare tutti, anche il gruppo Friedkin. Non andare in Champions sarebbe un fallimento enorme, come lo sarebbe uscire ai sedicesimi di Europa League, e io non lo voglio nemmeno mettere in preventivo, perchè anticipi il fallimento se esci domani.  Noi appena le cose non vanno bene diciamo che è un problema di testa…sempre la testa…è la scusa migliore di giornalisti, dirigenti, allenatori… Ma tu una pippa non puoi farla diventare forte, ricordatevelo sempre…non è che puoi chiamare lo psicologo per guarire una pippa…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Noi facciamo il tifo per Boniek, secondo me è uno che ha un carattere forte, è nel board dell’Uefa, è una figura molto importante del calcio mondiale. Poi è un romanista, ed è uno che ha le palle. Poi Friedkin sceglierà altri, ma da quello che dicono i giornali lui vorrà mettere a capo della Roma una persona molto importante. Siccome ho letto che Friedkin all’inizio non investirà tanto, allora serve un uomo importante, uno con le palle che va davanti alle telecamere a spiegare a tutti come stanno le cose…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Il mister X della nuova Roma? Io penso che Boniek potrebbe essere l’uomo giusto per la Roma, un uomo di calcio, ma soprattutto un uomo intelligente. E’ esperto. Secondo me può essere un uomo giusto. Quando si parla dell’importanza della struttura, se penso al Rummenigge del Bayern Monaco, per me nella Roma potrebbe essere Boniek…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Pallotta una volta venduta la società avrà tante cose da dire. Credo che vorrà togliersi dei sassolini, anzi sassi enormi, dalle scarpe. Ormai il passaggio di proprietà a Friedkin è imminente. Per la sfida di domani dico che non sarà semplice visto il risultato dell’andata ma la Roma è molto più forte del Gent…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Pallotta in questi anni non ha vinto nulla, è stato poco presente e non lascia nemmeno la certezza dello stadio. Spero che Fredkin possa fare meglio e che sarà più partecipe da vicino. La Roma domani sarà diversa dall’andata. Serve la Roma che ha giocato con i ritmi espressi contro il Lecce. Servono un paio di attaccanti che aiutino Dzeko. Anche in campionato dico che la Roma deve dare continuità perché l’Atalanta ha la Champions e potrebbe accusare qualche flessione…”

(Continua…)

Redazione Giallorossi.net

Fonte
Author: Giallorossi.net

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
RSS
Follow by Email
Instagram