Aprile 14, 2021

“ON AIR!” – GALOPEIRA: “E’ stata la Roma migliore dell’era Fonseca”, BERSANI: “Se a gennaio rinforzi l’attacco puoi dare fastidio in alto”, PETRUCCI: “Simy sarebbe il perfetto vice-Dzeko”, BERSANI: “Se Karsdorp è questo, hai risolto il problema a destra”

Spread the love

“ON AIR!” – GALOPEIRA: “E’ stata la Roma migliore dell’era Fonseca”, BERSANI: “Se a gennaio rinforzi l’attacco puoi dare fastidio in alto”, PETRUCCI: “Simy sarebbe il perfetto vice-Dzeko”, BERSANI: “Se Karsdorp è questo, hai risolto il problema a destra”

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Roma Radio): “Gigi Proietti era un grandissimo tifoso e il fatto che la Roma lo abbia salutato con una vittoria mi fa molto piacere. La Roma ieri ha dominato, avrebbe meritato almeno 4 gol, non ha sofferto nulla dietro. Una prova maiuscola dei tre difensori. E il fatto che Dragowski sia stato il migliore della Fiorentina la dice lunga… Mi pare evidente che la Roma vince perchè la Fiorentina è scarsa (è ironico, ndr), e con questa vittoria manteniamo il passo per la corsa al settimo posto…Forse se riuscissimo a fare risultato nelle prossime due partite, potremmo fare un pensierino sul sesto posto. Ieri ho letto un articolo che accostava Fonseca e Iachini perchè entrambi precari…carta canta…”

Jacopo Savelli (Roma Radio): “E’ stata nettamente la miglior partita della Roma, che sta cominciando ad accompagnare ai risultati anche le prestazioni. E’ una Roma convincente, ed è figlia delle scelte fatte da Fonseca col CSKA e di una gestione del gruppo sicuramente positiva…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Ieri la Roma non solo ha vinto, ma ha anche convinto. Io non parlerò di Fonseca, ma mi sembra che ci sia la tendenza a rivedere la propria posizione sul tecnico. Al momento la Roma ha gli stessi punti dell’Inter e del Napoli, e senza il fattaccio di Verona la Roma gli starebbe davanti. Mi viene il sospetto che sia stata la migliore Roma non solo del campionato, ma addirittura della gestione Fonseca… Pellegrini è molto più presente, è in grande crescita. Ma mi domando: cosa deve fare questo ragazzo per avere un rigore?…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Pedro tatticamente è una cosa spaventosa… Ma visto che uno bravo come Dzeko non lo trovi perchè non te lo puoi permettere, ma allora perchè cacchio non cerchi un attaccante di fisico, che abbia qualcosa che fa Dzeko, come tenere la squadra alta, prenderla di testa…Ma perchè non prendere Simy del Crotone? E’ un attaccante che è cresciuto tanto, completo, ha già fatto tre gol in Serie A…certo, è maledettamente inferiore a Dzeko, ma era quello che ti serviva…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Che Roma…Non è che hai battuto chissà chi, ma se Iachini non è capace a fare l’allenatore non è mica colpa di Fonseca. Io prenderei Castrovilli, ma per il resto la Roma è molto più forte e lo ha dimostrato… La Roma ha giocato bene, questo serve, il resto sono chiacchiere. La Roma sta dove stanno tutti, e questo è un campionato pazzo. De Zerbi è una sega, ma passa per un grande allenatore, però batte il Napoli e non gli fa pendere una palla… Pedro è molto importante, così come Dzeko che per me è il migliore in campo. Pellegrini? Mi devo scusare, perchè tutti gli danno 6,5 o 7, e forse sono io che non me ne accorgo e che ho aspettative enormi. Per me il migliore in campo è Dzeko…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “E’ vero che battere questa Fiorentina non è un impresa, ma c’è vincere e vincere. Raramente la Fiorentina è stata cancellata da altre squadre come ha fatto la Roma ieri. La Fiorentina resta una squadra con dei valori, e la Roma l’ha asfaltata, e senza strafare. Ha sempre mantenuto il controllo della partita, tolti i primi minuti. Alcune situazioni, se consolidate, potranno portare la Roma più lontano. Parlo di prestazioni di alcuni giocatori, ma anche di meccanismi che si vanno perfezionando. Il ritorno di Smalling lo abbiamo visto, ha dato un’assestata decisiva alla difesa. E’ come se l’avesse messa a fuoco…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Ieri la Roma ci ha rinfrancato, abbiamo visto una bella prestazione, quasi perfetta. La Roma a fine mercato aveva dei problemi irrisolti: il primo era il portiere, che però con Mirante lo hai risolto, e anche Pau Lopez in Europa sta parando. L’altro problema era a destra, ma se Karsdorp è questo…diciamolo sottovoce, l’importante è che non si faccia male. E poi siamo un po’ corti d’avanti, e allora a gennaio cerchiamo di integrare la rosa davanti con un acquisto importante, e allora davvero puoi dare fastidio lassù… E poi c’è questa Primavera che è un caterpillar, e che sta mettendo in mostra degli elementi molto interessanti, come non succedeva da tempo…”

Marco Juric (Rete Sport): “Il prossimo turno può essere particolarmente interessante. Ci saranno diversi scontri diretti, come Atalanta-Inter e Lazio-Juventus. Il Milan poi affronterà il Verona, che fino ad oggi ha incassato solo due gol e ha la miglior difesa della Serie A. Io penso che l’impegno sulla carta più facile ce l’ha la Roma che affronterà il Genoa, e se fai risultato anche a Marassi allora poi avresti una pausa per le Nazionali con una classifica molto interessante…”

Daniele Lo Monaco (Il Romanista – podcast): “Ieri è stata forse la versione più bella della Roma, quasi perfetta. Quando hai questi interpreti, quando riesci a mettere in una difesa così ben dotata uno come Smalling, quando in attacco hai giocatori come Pedro, Mkhitaryan e Dzeko, tre grandissimi del calcio continentale, quando in mezzo al campo riesci a mettere Veretout e la geometria di Pellegrini, quando sulle fasce hai Spinazzola, uno dei migliori terzini del campionato, e Karsdorp che ha doti indubbie, e per di più un portiere che fa anche assist, allora viene fuori una squadra che diventa un ostacolo per chiunque. Ma la Fiorentina di ieri non aveva né capo né coda, con tre centravanti in panchina e in attacco due esterni, la cosa mi ha sorpreso in negativo…”

Furio Focolari (Radio Radio): “L’acquisto migliore è Pedro, giocatore di livello notevole. E’ passato inosservato perchè è arrivato in un momento così…ma è stato un acquisto inosservato… La Roma gioca, e oltretutto l’ingresso di Smalling è determinante, perchè anche gli altri fanno un salto di qualità. Mancini, Ibanez e Kumbulla faranno un grande salto con Smalling. Dalla cintola in su la Roma è fantastica, ragazzi quanto gioca…”

Franco Melli (Radio Radio): “La Roma deve cominciare a vincere con le pari grado, perchè la Fiorentina è inconsistente, con Iachini sempre più in bilico. Ha messo una squadra senza attaccanti… Bella Roma, con quel trio di attaccanti, ma devi cominciare a vincere contro Juve, Milan, Inter…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il fatto di giocare le coppe toglie energie, ma Fonseca l’ha gestita bene anche a costo di non vincere. La Roma nei 13 è molto forte, ma se devi cambiare allora perdi parecchio. E quando giochi di giovedì diventa un casino… La Roma ha dei difensori forti, giovani e veloci, tutto l’incontrario dell’Inter che li ha lenti e statici… La Roma però quando manca Dzeko cambia, e non è normale… Se questo Borja non dà segnali di vita, devi valutare attentamente. Tutte le partite Dzeko non le può mica giocare…”

Redazione Giallorossi.net

Fonte
Author: Giallorossi.net

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram