Marzo 4, 2021

“ON AIR!” – FOCOLARI: “Pinto va giudicato solo dopo averlo visto all’opera”, CORSI: “La battaglia contro i procuratori? Sto coi Friedkin tutta la vita”, SAVELLI: “Se la Roma è stata pagata tutti quei soldi, forse non era stato gestito così male”

Spread the love

“ON AIR!” – FOCOLARI: “Pinto va giudicato solo dopo averlo visto all’opera”, CORSI: “La battaglia contro i procuratori? Sto coi Friedkin tutta la vita”, SAVELLI: “Se la Roma è stata pagata tutti quei soldi, forse non era stato gestito così male”

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Roma Radio): “Chiudiamo questo anno con l’angoscia terribile del flirt di Zaniolo, non so se riusciremo a essere sereni per questo capodanno (è ironico, ndr)…  Certi giornali nello stesso pezzo scrivono:  “Grandi Friedkin…certo però hanno comprato la Roma in una situazione…”. E quindi stai dicendo che sono dei deficienti. Sono idioti, che secondo loro hanno comprato una scatola vuota, tipo quando ai caselli i napoletani ti vendevano le scatole con i videoregistratori e poi quando li aprivi trovavi i mattoni dentro…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Con il Covid, gli stadi vuoti, la vita che è cambiata, le televisioni che non ti vogliono dare i soldi…insomma, uno scenario peggiore non ci poteva essere. E nonostante questo la Roma passa di mano per quasi 600 milioni di euro…Ma allora questo club non deve essere stato gestito così male, con tutti i debiti che aveva, nessuno li nasconde… I Friedkin sapevano della situazione debitoria…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La guerra tra i Friedkin e i procuratori tipo Raiola o Mendes? Io sto tutta la vita con Friedkin, ma speriamo di riuscire a vincerla…Friedkin ha i suoi meriti, quello che dico io è di non regalarci a lui come hanno fatto certe persone stendendo subito le chiappe al vento dicendo che Pallotta era il più forte di tutti. Diciamo questo: i nostri osservatori magari scovano il nuovo Joao Felix, che viene a Roma e ci incatna, ci fa 40 gol in due anni. Il procuratore però a quel punto comincia a chiedere 4. 5, 20 volte quello che guadagnava prima. Ma è normale che sia così. A quel punto o te lo vendi, oppure gli dai quello che ti chiede per farlo restare qui. Ma ce l’hai questa possibilità? E’ dura…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Ibrahimovic a San Remo? Se fosse successo qua, che un giocatore prendeva e andava via una settimana per partecipare al Festival, penso che ci sarebbe stata più di qualche critica e anche a ragione… Stadio? Non so che ci dobbiamo aspettare… Flaminio? Lì basta scavare due metri per trovare di tutto…”

Daniele Lo Monaco (Il Romanista – podcast): “Fonseca va per la sua strada, quella che gli ha consentito di chiudere questa prima parte di campionato al terzo posto. Sono sicuro che avrà lavorato sulle sconfitte di Napoli e Bergamo. La Roma ha trovato un suo equilibrio, Fonseca ha costruito una squadra che ha una sua precisa identità. Ora ci sono una serie di partite che indubbiamente metterà l’accento sulle scelte tecniche che dovrà fare l’allenatore…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Spesso le commissioni sono un modo per convincere gli agenti a portare i calciatori, spesso sono immorali, però questo è il mercato. E’ legittimo che Friedkin provi a toglierle. Pinto è uno che ha sempre lavorato coperto, credo che sia un esperimento interessante, perché non vedo nel mercato italiano un fenomeno che potesse dare maggiori garanzie. Lui è un elemento di novità, al Benfica ha portato ragazzi interessanti…”

Guido D’Ubaldo (Radio Radio): “Tiago Pinto è una scelta di rottura rispetto al passato, è un dirigente molto giovane che rompe gli schemi in cui era abituata la Roma. Con lui ci sarà un modo di approcciarsi diverso sul mercato, Reynolds è saltato per un problema di commissioni per esempio. Non sono convinto di una possibile collaborazione tra Pinto e Burdisso, anche se il profilo dell’argentino mi piace molto. Ricordiamoci che alla Roma c’è ancora De Sanctis, è lui il ds…”

Furio Focolari (Radio Radio): “In Portogallo il mercato lo faceva Rui Costa, evidentemente sotto la supervisione di Pinto. Prima di giudicarlo lo dovrei all’opera, credo sia un elemento di novità. Mi fido della scelta di un imprenditore come Friedkin…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Fonseca mi sembra l’ultimo di quelli che possa fare il mercato. Non riesco a capire quale sia il ruolo di Pinto, cosa possa muovere non mi è dato capire. Vai a prendere i giovani? Ma i giovani li prendono tutti. Sono curioso…”

Redazione Giallorossi.net

Fonte
Author: Giallorossi.net

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram