Settembre 19, 2021
Fedele: “Se lavorassi nel Napoli, venderei tutti i big. Cannavaro prossimo allenatore? Sono notizie inventate”

Fedele: “Se lavorassi nel Napoli, venderei tutti i big. Cannavaro prossimo allenatore? Sono notizie inventate”

Spread the love

A Radio Marte, nel corso della trasmissione “Marte Sport Live”, è intervenuto Enrico Fedele, ex procuratore sportivo.

“Mertens oppure Osimhen contro l’Inter? Non voglio essere umorale e dire che se segna uno dei due deve giocare. Nelle gare più importanti io sceglierei sempre Mertens. Siamo ancora in lotta per arrivare in Champions in un campionato anomalo ma stiamo facendo il minimo sindacale. Nel calcio bisogna trovare gli alibi e le giustificazioni. A volte il Napoli perde le partite per confusione da parte di tutti: sulla formazione, sui ruoli, sul modulo, una cosa che non si è mai vista. Il Napoli nel paradosso di giocare con un giocatore di contropiede (Osimhen, ndr) e uno scoglio di Mergellina (Bakayoko, ndr) vince quando questi due non giocano.

Il calcio ora attraversa un momento particolare, molto grave. Se lavorassi al Napoli, venderei i giocatori che possono andare via a prezzo alto. Farei una conferenza stampa per spiegare che ora bisogna accontentarci di sopravvivere. De Laurentiis preferisce l’operazione finanziare all’operazione tecnica. Se le offerte sono buone io sacrificherei tutti.

Napoli è l’unica grande megalopoli del Sud che non ha un centro giovanile, non si sono fatti investimenti. Anziché fare tanti acquisti finanziari bastava fare un acquisto strutturale. De Laurentiis non va ringraziato, non è riuscito a dare in tanti anni un campo al settore giovanile. Un terreno incolto che non ha seminato bene.

Ospina infortunato? Ha sbagliato l’allenatore a non toglierlo. Mi sono arrabbiato per questo, anche perché si era preso gol perché il ragazzo era uscito ma non aveva spinta.

Cannavaro allenatore del Napoli? Lasciamo perdere, quando non ci sono notizie un cane diventano 10 lupi. Non mi risulta minimamente. Non credo molto nei tecnici che arrivano per la prima volta in Italia. Luis Enrique ha vinto tutto ma quando è venuto in Italia non era molto pronto e non conosceva bene il campionato italiano“.

Please follow and like us:

Lascia un commento

RSS
Follow by Email
Instagram