Giugno 19, 2021

FONSECA: “In campionato siamo calati, ora l’Europa League è troppo importante per noi. Col Manchester la sfida top della mia carriera”

Spread the love

FONSECA: “In campionato siamo calati, ora l’Europa League è troppo importante per noi. Col Manchester la sfida top della mia carriera”

AS ROMA NEWS – Paulo Fonseca parla alla vigilia di Manchester United-Roma, gara di andata delle semifinali di Europa League. Queste le dichiarazioni a ESPN dell’allenatore giallorosso:

“Se è la partita più importante della mia carriera? Certo che sì. E non vediamo l’ora, è una grande opportunità non solo per il club ma anche per la città e per i giocatori. Non tutti hanno la possibilità di affrontare il Manchester United in una semifinale europea. Quest’anno è stato difficile gestire tutte queste situazioni, specialmente alcuni infortuni che sono arrivati in momenti cruciali della stagione, come quello di Mkhitaryan.

E poi abbiamo sempre giocato ogni tre giorni. C’è da aggiungere il fatto che la Serie A è un campionato difficile e molto competitivo, siamo stati in lotta per il quarto posto con altre sette squadre. Eravamo tra le prime quattro fino allo scorso marzo, poi siamo calati. Quindi l’Europa League è troppo importante per noi“.

Il Man United è una squadra con attaccanti veloci e di talento, e forse è andato in difficoltà contro avversari che cercavano la profondità, cercavano di difendere e colpire in contropiede. Ma lei non gioca così, vero?
“No, non mi piace giocare in profondità e aspettare di contrattaccare. A volte può capitare in certi momenti, come contro l’Ajax nel ritorno dei quarti di finale, ma non è il mio stile di gioco. Ma hai ragione, hanno così tanti attaccanti forti come Edinson Cavani, Marcus Rashford, Mason Greenwood… Daniel James, che è molto veloce. Sono giocatori incredibili che possono decidere il risultato di una partita in una situazione, in un secondo. Quindi dobbiamo essere preparati, ma, devo confessare, non possiamo andare lì solo per difenderci. Dobbiamo avere la palla, dobbiamo avere l’iniziativa, dobbiamo avere il coraggio di uscire e giocare contro il Manchester United. La chiave è non lasciare che ci attacchino velocemente e difenderci lontano dalla nostra area”.

Le piace mantenere la linea più alta, tenere la palla e difendere alto, ma in alcune partite è costato caro e ha spesso dato la colpa agli errori individuali…
“Penso che quando abbiamo avuto problemi molte volte non è stato perché le altre squadre hanno creato situazioni. Ma è stato perché abbiamo sbagliato, perdendo palloni nella prima fase di gioco. E penso che per gli errori abbiamo pagato più a caro prezzo del normale, e questo è stato il nostro problema più grande. Perché sì, questo tipo di gioco può essere rischioso, ma a lungo andare credo che abbia successo”.

Fonte
Author: Giallorossi.net

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Instagram